Calcio Dilettanti: 1° Categoria: parte una nuova avventura in casa Rondinella Ponte Marzocco. Stavolta il Girone è il C

Rondinella, una rosa ambiziosa per la Prima Categoria.
In panchina c’è Mister Pasquale Colicigno ; Solo 4 confermati
Spira un aria nuova..speriamo bene !!

Mister Pasquale Colicigno

di Stefano Ballerini

Firenze- Alle 2 Strade dunque tutto pronto per ripartire …in casa Rondinella Ponte Marzocco; e lo si fa con una rosa praticamente totalmente rifatta e rinnovata e affidata ad un Mister grintoso come Pasquale Colicigno.

La nuova Ponte Rondinella Marzocco  ( binomio col Ponte a Greve confermato) è pronta per giocarsi un torneo di Prima Categoria possibilmente da protagonista.

4 soli i confermati:i difensori Piga e Pezzi,  il centrocampista Fanti e la punta/capitan Fialdini. Tanti i nomi di peso arrivati in biancorosso. Fra tutti i centrocampisti Cerretini dalla Vaianese Impavida Vernio e Campana del Porta Romana, cui si aggiunge il difensore Daly, già al Monsummano.

E poi tanti giovani, promossi dalla juniores o arrivati dalle società del circondario

La rosa
Portieri: Landi (‘97, Antella), Ciurli (‘96, Larcianese)
PUBBLICITÀ
Difensori: Toniutti (‘97, inattivo), Posarelli (‘95, San Giusto Le Bagnese), Brinzaglia (‘97), Marchi (‘97, Scandicci), Daly (‘95, Monsummano), Piga (‘94), Pezzi (‘97, dalla juniores), Annunziato (‘97, Audace Legnaia)
Centrocampisti: Diegoli (‘95, San Giusto Le Bagnese), Cerretini (‘87, Vaianese Impavida Vernio), Campana (‘82, Porta Romana), Pecci (‘94, Molinense), Grassi (‘98, dalla juniores), Fanti (‘97, dalla juniores)
Attaccanti: Fanfani (‘86, Pontassieve), Martelli (‘98, dalla juniores), Fialdini (‘84)

LA STORIA DELLA RONDINELLA MARZOCCO:

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Ponte Rondinella Marzocco, nota semplicemente come Rondinella, è una società calcistica di Firenze.

Fu fondata nel 1946 e rifondata quattro volte in seguito ai fallimenti avvenuti nel 2009 e nel 2012 ed alle fusioni/inglobazioni del 1997 e del 2016. Negli anni ottanta, con la denominazione di R.M. Firenze disputò cinque campionati di Serie C1, accreditandosi di fatto come la seconda squadra del capoluogo toscano dopo la Fiorentina.

Storia

Firenze- La società nacque nel luglio del 1946 in un bar del rione fiorentino di San Frediano per iniziativa di un nucleo di sportivi che volevano creare un’alternativa cittadina all’allora egemone Fiorentina. Il nome fu adottato grazie a una serie fortuita di combinazioni: in effetti, al momento di battezzare la neonata società sportiva, qualcuno tra i soci fondatori notò, incollate alle pareti del bar, alcune rondini di carta, verosimilmente residuo del periodo pasquale o di qualche festa di carnevale. Fu così che si decise di dare alla squadra il nome di Rondinella. Il suo primo presidente fu Luigi Mochi.

Fino al 1963 la squadra si chiamò semplicemente Rondinella: iscritta fin dalla nascita alla Seconda Categoria, ai tempi il gradino più basso delle serie dilettantistiche italiane non esistendo ancora la Terza Categoria, la squadra trovò modi fantasiosi per autofinanziarsi: uno di questi fu l’allestimento di spettacoli canori e musicali con le celebrità dell’epoca (tra i vari cantanti, il fiorentino Odoardo Spadaro e il romano Claudio Villa si esibirono gratis per la squadra). Nel 1953 arrivò un luogo per la sede sociale, il Torrino di Santa Rosa in riva all’Arno, ma ancora non un campo stabile, sebbene nel frattempo la squadra avesse guadagnato il diritto a disputare il campionato di Promozione. Arrivò nel 1957 anche la promozione in Serie D, all’epoca semi-professionista, e con essa gli incontri con squadre toscane più note, come ad esempio l’Empoli, il Pisa o la Pistoiese.

Dopo una retrocessione e una serie di disavventure societarie, nel 1963 la società si fuse con la squadra giovanile del Marzocco, assumendo quindi il nome di Rondinella Marzocco Firenze (o R.M. Firenze). Iniziò così un periodo relativamente florido per la nuova società: nel 1965 e 1966 arrivarono le vittorie nel Campionato Juniores Nazionali (l’equivalente dilettantistico del Campionato Primavera) e dalla squadra uscirono in quel periodo alcuni giocatori che avrebbero avuto più successo tra i professionisti, il più famoso dei quali fu certamente Guido Magherini, acquistato dal Milan e vincitore anche di una Coppa delle Coppe con la squadra rossonera. Fino agli anni settanta la squadra militò nei campionati dilettantistici, finché non conobbe un’altra stagione florida con Renzo Melani, allenatore che segnò un decennio di progressi: fallita la promozione in Serie C2 nel 1978 (causa spareggio perso al lancio della monetina contro il Viareggio), la squadra centrò l’obbiettivo un anno più tardi e alla fine della stagione 1979-1980 arrivò prima e si guadagnò la promozione in Serie C1, ma fu penalizzata di sei punti in quanto coinvolta nel primo scandalo del calcio-scommesse (1980). La promozione arrivò comunque nella stagione 1981-82. Già dal 1979, inoltre, la Rondinella aveva trovato un campo stabile, lo Stadio Comunale “Due Strade”, dove continuò a giocare in seguito.

Dalla stagione 1982-83 fino al 1985-86 la squadra giocò dunque nel campionato di Serie C1, ottenendo come miglior piazzamento il settimo posto nella stagione 1983-84. In quegli anni quel Guido Magherini che vent’anni prima aveva giocato per la Rondinella, nel 1984 ne divenne dirigente. Nel 1986 la squadra retrocesse di nuovo in Serie C2 e Magherini fu squalificato nel corso del secondo scandalo calcio-scommesse dopo che, da giocatore, era stato squalificato nel primo di sei anni addietro. Dal 1987 al 1997 la squadra navigò fra Serie C2 e Serie D, e quell’anno sopraggiunse la fusione con l’Associazione Sportiva Impruneta Tavarnuzze (che nel 1966-1967 aveva vinto una Coppa Italia Dilettanti), a seguito della quale la nuova società si chiamò Rondinella Impruneta 1990 e assunse i colori rosso e verde. Nel 1998-1999 la Rondinella Impruneta vinse il Girone E del Campionato Nazionale Dilettanti, guadagnandosi la promozione in Serie C2.

Dopo una salvezza ai play-out, nel 2000-2001 conclude il Girone B di Serie C2 all’ottavo posto, assume la denominazione di Rondinella Firenze 1946 e ritorna ai colori bianco e rosso. L’anno successivo finisce ultima e torna in Serie D.

Dopo un paio di salvezze risicate e assunto nel 2002-2003 il nome di Associazione Calcio Firenze Rondinella, la squadra nel 2005-2006 conclude all’ultimo posto e retrocede in Eccellenza, assumendo il nome di Rondinella Calcio Firenze. Complici alcune vicissitudini e penalizzazioni, nel 2006-2007 ha chiuso la stagione al penultimo posto, con una nuova retrocessione dopo i play-out con il Barberino. Nel 2007-2008 la Rondinella ha disputato così il campionato di Promozione, concludendolo al nono posto.

Nel maggio del 2009 la Rondinella Calcio S.r.l. avvia le procedure di fallimento a causa di una elevata esposizione debitoria. Nel luglio seguente viene fondata la nuova società, la San Frediano Rondinella SSDr.l. a cui la Lega Nazionale Dilettanti conferisce il titolo sportivo, il parco giocatori e l’anzianità di affiliazione della vecchia società: viene così ammessa in sovrannumero al campionato di Promozione Toscana 2009-2010, che nel girone C concluderà con una salvezza conquistata alla penultima giornata e con il nono posto in classifica. Il 24 luglio 2012 viene dichiarato il fallimento della società.

Sette giorni dopo è stata costituita, da un gruppo di soci fondatori appartenenti alla tifoseria della Vecchia Guardia e al mondo del calcio fiorentino, l’Associazione Sportiva Dilettantistica denominata VG Rondinella Marzocco, ed il 2 agosto è stata affiliata alla FIGC. Dalla stagione 2012-2013 riparte dal campionato provinciale di Terza Categoria ottenendo un settimo posto. Nella stagione 2013-2014 ottiene la promozione in Seconda Categoria con 6 giornate d’anticipo vincendo il Girone B di Terza Categoria Firenze Nella stagione 2014-2015 è inserita nel girone M della Seconda Categoria, ottenendo l’undicesimo posto, sufficiente a mantenere la categoria Il 27 maggio del 2015 l’assemblea dei soci ha eletto come nuovo presidente l’avvocato Federico Bagattini, deliberando anche il cambio nome della società in Rondinella Marzocco, abbandonando il riferimento ai tifosi della Vecchia Guardia (VG).

Nel mese di giugno dell’anno 2016 l’assemblea dei soci della Rondinella Marzocco deliberava, con 43 voti positivi la volontà di inglobare la Società nella Polisportiva Ponte a Greve, anch’essa partecipante al Campionato Regionale di Seconda Categoria. L’inglobazione permetteva di unire il blasone e la storia della Rondinella Marzocco con il settore giovanile Elite del Ponte a Greve. la nuova società ha assunto la denominazione di ASD Ponte Rondinella Marzocco.

Nel mese di luglio la FIGC ripescava la Ponte Rondinella Marzocco in Prima Categoria.

Il Girone della Rondine   Campionato 1° Categoria Girone C

AFFRICO A.S.D. U.S

ALLEANZA GIOVANILE A.S.D. C.S.

ATLETICO CALCIO IMPRUNETA A.S.D.

AUDACE LEGNAIA U.S.D.

BARBERINO V.ELSA A.S.D. POL.

CENTRO STORICO LEBOWSKI U.S.D.

FAELLESE A.S.D U.S

F.C. CUBINO

GREVIGIANA

IDEAL CLUB INCISA

LA NUOVA POL. NOVOLI

PONTE RONDINELLA MARZOCCO

RONTESE A.S.D.

SAN CLEMENTE

SETTIGNANESE A.S.D. U.S.

VAGGIO PIANDISCO 1932

 

 

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Lascia un commento