Category Archives: FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Pensieri leggeri di Francesco Russo

Fiorentina, la gioia per il ritorno alla vittoria nel derby rovinata da un inutile gesto

Torna la vittoria e arriva un piccolo salto in classifica dopo il derby contro l’Empoli. Firenze tira un sospiro di sollievo, anche se la Fiorentina come ha detto Pioli non ha svoltato. Resta con i piedi ben saldati a terra il tecnico, conscio che i voli pindarici possono essere pericolosissimi. Da qui al 29 dicembre, data in cui si concluderà il girone di andata, ci sono ancora tre partite, due delle quali in trasferta. Tre partite nelle quali la Fiorentina deve accumulare più punti possibile per continuare a sperare di lottare non solo per il settimo posto, ma anche per qualcosina di più. La partita di domenica non è stata esaltante sotto il profilo del gioco. Gli azzurri di Iachini erano in forma, sentivano il derby e volevano dare ai propri tifosi una grande gioia: vincere in casa della Fiorentina e raggiungerla in classifica. A tutto questo andava sommato una formazione, quella viola, rimaneggiata dalle squalifiche. L’emergenza a centrocampo era di quelle da codice rosso. Le assenze di Fernandes e soprattutto quella di Vereotut hanno costretto Pioli a schierare Norgaard dal primo minuto. Il giocatore, che non ha mai convinto a pieno il tecnico, ha risposto presente nonostante qualche incertezza di troppo. La squadra in difficoltà ha gettato il cuore oltre l’ostacolo. È andata sotto e ha reagito. E dopo tanto tempo, gli episodi sono stati tutti o quasi favorevoli alla Fiorentina. Passi per il millimetrico fuorigioco in occasione del gol annullato a Biraghi, ma l’Empoli si è divorato il gol dell’1-2 con Antonelli, quello del pareggio con Caputo e sopratutto ha perso nella fase cruciale dell’incontro Bennaccer, un uomo che in quel momento a centrocampo stava facendo la differenza. Per lachini quella è stata la svolta al negativo. La Fiorentina al di là di questo ha meritato i tre punti, dimostrando la stessa determinazione vista negli ultimi dieci minuti contro il Sassuolo. Simeone è tornato a far gol, ma non solo. L’assist per la rete del pareggio di Mirallas è una chicca. Tutto questo, ahinoi, non è servito, perché il Cholito in un colpo solo ha rovinato tutto. Tutto quello che di buono aveva lasciato in una domenica pomeriggio gelida al Campo di Marte. Che senso aveva zittire una curva, uno stadio, un popolo? I tifosi erano stati fino a quel momento buoni buoni, avevano cantato la nuova canzoncina di contestazione ai Della Valle nel pre partita, avevano cantato quella vecchia per non farla dimenticare a nessuno. Tutto nella norma, senza esagerare. C’era da festeggiare il compleanno di un gruppo storico come il Marasma, c’era da sostenere la squadra e quello hanno fatto, quando è iniziata la partita. Ma la Fiesole non si è fermata lì: ha omaggiato il mai dimenticato ex viola Beatrice con una bellissima coreografia. Mettere il dito alla bocca dopo il gol è stato un gesto fuori luogo, non da professionista. Inutile stare a spiegare a questi ragazzi milionari che media e tifosi hanno il diritto di critica. Inutile stare a spiegare che è ovvio che piovano giudizi non positivi, se da prima punta si segnano solo quattro gol dall’inizio del campionato ad oggi. Ad annacquare il malumore che è serpeggiato e serpeggia tra i tifosi sono arrivate immediatamente le scuse dell’attaccante. “E’ due mesi che stiamo lottando, stiamo soffrendo…era importante tornare a vincere e per me era importante tornare a segnare. Ringrazio chi mi è stato vicino fino ad adesso…tensione e passione possono portare a fare certi gesti, chiedo scusa a chi si è sentito offeso.” Su per giù queste le parole dette in sala stampa e scritte sui social che riassumono il mea culpa dell’argentino. Qualcuno dimenticherà in fretta quello “zitti e muti”, condito da un’espressione abbastanza colorita in spagnolo. Qualcun altro invece non ci passerà sopra. Vedremo come proseguirà la telenovela. Fatto sta che il Cholito ha trovato il modo migliore e più veloce per rovinare la piccola festa per i tre punti ritrovati. Adesso per il numero nove viola occorrerà risanare il rapporto con il tifo più caldo e l’unico modo che avrà per farlo è segnare. Ovviamente il modo migliore sarà quello di mettere una pietra sopra su quanto accaduto e far finta che non sia successo niente. Sabato c’è il Milan a San Siro e per Natalino arriva a Firenze il Parma, sarà meglio concentrarsi e lasciar fare queste infantili scaramucce.

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Fiorentina, adesso il titolarissimo è Biraghi. E Simeone e Mirallas cominciano a segnare

Nel tabellino della vittoria della Fiorentina con l’Empoli sono rilevabili alcune differenze, dovute soprattutto ma non solo alle squalifiche, rispetto alle precedenti giornate. Ecco così che Biraghi rimane l’unico giocatore viola sempre presente dal primo minuto e Norgaard alla sua prima volta da titolare. Dabo raggiunge Mirallas in testa ai subentranti mentre Simeone e Mirallas con il secondo gol consecutivo salgono nella classifica marcatori viola. In attesa dell’apporto di Chiesa, l’attacco viola comincia a essere più prolifico.

Presenti dal 1’ minuto: 
16 presenze Biraghi
15 Milenkovic, Hugo, Chiesa, Pezzella
14 Simeone, Gerson, Benassi, Lafont
13 Veretout
9 Edimilson
7 Pjaca
4 Eysseric, Mirallas
2 Dragowski, Ceccherini
1 Laurini, Vlahovic e Norgaard

Subentranti: 
7 Mirallas, Dabo
6 Pjaca
5 Edimilson
4 Eysseric
3 Vlahovic
2 Sottil, Gerson, Simeone, Hancko e Thereau
1 Benassi, Norgaard, Dragowski, Laurini, Chiesa

Marcatori: 
6 reti Benassi
4 Simeone
3 Veretout
2 Chiesa, Milenkovic, Mirallas
1 Biraghi, Gerson, Pjaca, Dabo
1 autorete

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Canoa: Al “Dragon Boat” della Canottieri Comunali la “Coppa di Natale” 2018

DRAGON BOAT, ALLA CANOTTIERI COMUNALI FIRENZE

LA “COPPA DI NATALE” 2018

Il 2018 sta per finire ma è ancora generoso di soddisfazioni per il settore Dragon Boat della Canottieri Comunali Firenze che si è aggiudicata, a Roma, la “Coppa di Natale” di quest’anno per la specialità “small boat”, detta anche draghino. Sul lago dell’Eur si sono sfidati in tutto cinquanta equipaggi di venti società sportive provenienti da tutta Italia, a testimonianza di quanto la specialità del dragone abbia raccolto energie e partecipazione tra le società remiere.

Agli equipaggi ormai veterani e plurimedagliati della società gigliata nelle categorie Master, si è aggiunta adesso anche una gagliarda compagine di Juniores, formata da atleti provenienti dal vivaio del centro avviamento allo sport della Comunali.

Proprio loro hanno conquistato un bel secondo posto nella gara disputata sulla distanza dei 200 metri. I ragazzi medaglisti d’argento sono: Masi, Bartolucci, Viliani, Bandinelli, Pierazzi, La Penna, Mauri e Franchini, che hanno avuto Gianna Carlucci come tamburina e Benedetta Pisinicca al timone.

Terzi classificati invece gli juniores che hanno gareggiato sui 200 metri con l’equipaggio composto da: Taglietti, Francini, Gatteschi, Ciarpaglini, Vecchietti, Enache, Magni e Passarella.

Dopo di loro, tre medaglie d’oro. La prime due sono andate al collo dei Master C misti e open, con: Papini, Sepe, Castagnoli, Raffa, Degl’Innocenti, Massai, Messana, Troni, Savoia, Giusti, Maciocco, Orsini, Genna e Caneschi, primi al traguardo dei 200 metri.

Sul gradino più alto del podio sono salite anche le atlete della categoria Master A femminile con: Biricolti, Carlucci, Papini, Chiara Pisinicca, Collesei, Taccetti, Santi, Bertini, Morgese, Biancalani, Molsa e con Miniati al tamburo e Benedetta Pisinicca al timone.

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Esiste un caso Simeone? Compagni ed ex giocatori lo giustificano, i tifosi no

L’esultanza di Giovanni Simeone dopo il gol del 2-1 sull’Empoli è stata molto chiara, dito davanti alla bocca per zittire tutti. Sì ma tutti chi? Secondo lo stesso Simeone che ha provato a scusarsi e a difendersi nel dopo gara non era rivolto ai tifosi, ma questa difesa regge poco e non convince.

L’argentino ha esagerato con quel gesto? Sicuramente, ma anche parlando con compagni di squadra ed ex giocatori il Cholito va capito e scusato perché sicuramente il gesto non fa piacere ma arriva al termine di un periodo molto negativo per Simeone che da mesi non trovava più la via del gol e sicuramente non gli sono arrivati commenti positivi dai tifosi in questo periodo. Ma lui è un professionista e deve accettare tutto, vero ma non umano. La reazione dell’argentino ha tanto di ingenuo, di istintivo e di umano, ma nulla di professionale come dovrebbe essere un lavoratore. Ma è anche vero che il calciatore professionista è proprio un lavoratore normale.

Torniamo però all’esultanza, perché se tra gli addetti ai lavori Simeone è già stato perdonato non gli va così bene nel mondo dei tifosi, dove il suo gesto ha lasciato il segno. Basta leggere i commenti scritti sui social sotto il suo commento di scuse. Simeone ha sempre avuto un carattere forte, istintivo, e forse per questo nonostante i pochi gol è sempre stato apprezzato da tutti i compagni. Incide, come hanno detto anche ex giocatori come Dainelli e Gilardino, l’età. Il Cholito ha 23 anni e a quell’età non è facile individuare i “nemici” e spesso l’istinto prende il sopravvento. Con i giorni la acque si calmeranno ma sicuramente la vicenda si potrà chiudere solo e soltanto se Simeone continuerà a segnare con continuità.

Parliamoci chiaro se Simeone segna ogni domenica e riporta la Fiorentina in una classifica più sua allora quel gesto di pochi giorni fa sarà dimenticato.

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Simeone, l’errore nel dopo partita e la prossima esultanza

Giovanni Simeone ha 23 anni e li dimostra, forse pure qualcuno in meno.
Più che per il dito a zittire imprudentemente la “Fiesole”, lo diciamo per il suo comportamento successivo. Se infatti il gesto, assolutamente deprecabile, poteva comunque essere compreso nelle umane debolezze, le scuse avvenute nel dopo partita hanno mostrato un ragazzo, non un uomo.
Ci è sempre piaciuto, umanamente, Simeone detto il cholito ma che preferiva, giustamente, essere chiamato per nome, Giovanni. Per quel suo essere normale, parlare piano e faticare, essere più forte del pesantissimo cognome che porta sulle spalle, grazie forse anche al buddismo che lo accomunava nei giorni migliori nei pensieri dei tifosi viola a Roberto Baggio. Ecco quindi che la sua reazione dopo il gol all’Empoli ci ha particolarmente sorpreso perché uno come Giovanni Simeone dovrebbe essere abituato fin dai primi calci agli sfottò e agli improvvidi paragoni con il genitore famoso. E invece il centravanti ha sfogato tutta la sua frustrazione da astinenza dal gol (ma si era comunque già sbloccato col Sassuolo) con un gesto che rimanda, in tutta un’altra situazione, a un suo connazionale che da queste parti ha lasciato indelebili ricordi, Gabriel Omar Batistuta.
Ci saremmo aspettati dunque, e qui torniamo al ragazzo a cui accennavamo prima, da parte di Simeone delle scuse forti come il suo gesto imprudente, un inchino come quello di Mutu ma a chiedere venia. Così non è stato. Accompagnato in zona mista dal responsabile della comunicazione viola Alessandro Ferrari, Simeone ha deviato la direzione della verità, non ha preso nettamente posizione ammettendo che, ebbene sì, il suo gesto era rivolto verso i tifosi, quelli che pagano, quelli che ti seguono in trasferta, quelli che incitano ma hanno anche tutto il diritto di contestare. Le scuse in serata sui social sono state un’altra velina della società. Sì, sicuramente Giovanni, da quel ragazzo perbene che è, dispiaciuto, e tanto, lo è. Avremmo soltanto preferito che si assumesse le proprie responsabilità senza essere accompagnato per mano dalla società, ma da solo, da uomo. “Nessuno ti colpisce duro come la vita” – ha citato, tra l’altro, Rocky Balboa – “ma importante è resistere e rialzarsi”. E allora ti aspettiamo, anzi ti aspettano i tifosi viola, Giovanni Simeone, a correre sotto la curva a ricevere l’abbraccio corale per il prossimo gol da festeggiare con il saluto al Capitano o semplicemente con le braccia aperte.

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Decisione ufficiale: si rigioca Fiorentina Women’s-Pink Bari. L’arbitro ha ammesso l’errore tecnico

Una decisione che ha pochi precedenti nel mondo del calcio e dello sport in genere, che è anche in qualche modo un segno di trasparenza, ma che in ogni caso farà discutere.
E’ arrivata oggi la decisione del Giudice Sportivo in merito al reclamo che il Pink Bari aveva presentato dopo la gara di campionato al Bozzi in casa della Fiorentina, gara di recupero della terza giornata del campionato di serie A donne giocata lo scorso 5 dicembre, che era stata rinviata per l’impegno in Supercoppa della Fiorentina. La gara, finita 6-2 per le viola, era stata contestata dalla società barese perchè sull’1-1 Tatiana Bonetti aveva segnato sugli sviluppi di un calcio di rigore da lei calciato: la palla aveva colpito la traversa e, tornata tra i piedi di Bonetti, era stata messa in rete. Il Bari asseriva che la palla non era stata toccata da nessuno, la Fiorentina nel comunicato post gara aveva glissato sulla vicenda. Le immagini della gara in realtà erano state abbastanza eloquenti ma non avrebbero comunque fatto fede ai fini della decisione del giudice sportivo. Solo un’ammissione di errore nel referto da parte del direttore di gara avrebbe potuto far decidere per l’annullamento del risultato e questa ammissione di errore in effetti c’è stata. Il Bari peraltro aveva chiesto la vittoria a tavolino della gara, ma questa parte del ricorso non è stata accolta. La gara si rigiocherà, in data da definirsi.

In classifica quindi la Fiorentina vede formalmente di nuovo allontanarsi dal meno uno la vetta della classifica dove a 25 punti c’è la Juventus, il Milan è a 24 e la Fiorentina, come in una sorta di tragicomico gioco dell’oca, retrocede di tre caselle e torna a 21 punti, seguita dalla Florentia a 17.

Qui il referto ufficiale che comprende anche le descrizione dell’errore da parte del direttore di gara:

Qui il nostro resoconto post gara dopo la partita in questione: http://www.firenzeviolasupersportlive.it/fiorentina/fiorentina-womens/la-fiorentina-sbanda-poi-batte-il-bari-nel-recupero-anche-grazie-a-una-svista-arbitrale/

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Florentia sconfitta dal Montesilvano, il tecnico Colella: “Niente drammi, recuperiamo le infortunate”

Lo scontro che valeva per il secondo posto in classifica nel campionato di serie A di calcio a 5 donne al PalaIsolotto di via dei Bassi lo vince, per 8-3, il Montesilvano guidato dal tecnico panchina d’oro a Coverciano quest’anno Gianluca Marzuoli. Niente da fare per ragazze della Futsal Florentia, miglior attacco del torneo, nel confronto tra la squadra che ha subito meno reti del campionato. Vincono le abruzzesi trascinate dalle triplette di Da Rocha e Amparo, accompagnate dai sigilli di Bruna e Gayardo. Non bastano le reti di Aramendia, Manieri e Peñalver per la squadra gigliata che, falcidiata dagli infortuni, ha provato a tenere botta ben al di la di quanto dica il punteggio finale. Si è giocato a velocità supersoniche.

“A questi ritmi, contro squadre che hanno la possibilità di ruotare sette, otto giocatrici, è chioaro che andiamo in difficoltà e in affanno – ha commentato il tecnico Maurizio Colella ai microfoni di  Supersport nell’intervista andata in onda sul canale 196 oggi all’interno di “Oltre il calcio” il lunedì e il venerdì dalle 14 alle 16, replica il giorno successivo intorno alle 20 – ma niente drammi, la stagione è ancora lunga e c’è tanta strada da fare. Sono sicuro che quando torneremo al completo ci toglieremo ancora tante soddisfazioni. Arrivare a tutti i costi tra le prime quattro al termine del girone di andata per evitare gli spareggi di qualificazione della Final Eight di Coppa Italia? Non è un nostro imperativo. Siamo una squadra neopromossa e non ci poniamo obiettivi pressanti. Non siamo nella condizione di fare programmi e progetti. Abbiamo sempre giocato partita per partita, tranquillamente come abbiamo sempre fatto, cercando di mettere in campo le nostre qualità. Ora dobbiamo recuperare le infortunate. Prossimo appuntamento casalingo? Il 30 dicembre ore 17 contro la Lazio, altra bella partita”.

Maruzio Colella

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Basket: la festa a San Marcellino del Fotoamatore Florence

Basket: a San Marcellino la “Festa di Natale” in casa Fotoamatore/Florence

OGGI SI PENSA AI PIU’ PICCOLI, DA DOMANI SI RICOMINCIA A PENSARE AL CAMPIONATO…

Peccato non aver potuto festeggiare…nuova sconfitta di “2” a San Giovanni Valdarno….!!

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Pioli cambia l’attacco e la Fiorentina torna a vincere. Piccole correzioni che aiutano anche Simeone

Lo ha ammesso anche nel dopo partita lo stesso Pioli, la Fiorentina ieri era impostata fin dall’inizio per giocare in maniera diversa in attacco. Infatti il compito di Mirallas era quello di stare più vicino a Simeone e di conseguenza alla porta.

Schema che ha funzionato visto che il belga ha trovato il gol dell’1-1 proprio su assist del Cholito. Poi nel secondo tempo Simeone ha anche ritrovato la rete ma in quel caso è frutto di un’azione ben manovrata da parte di tutta la squadra.

Insomma pare proprio che Pioli abbia capito che per far gol serve portare più uomini vicino alla porta e questo ruolo si cuce bene su Mirallas che ha dimostrato anche una buona tenuta fisica. Non si può certo parlare di una Fiorentina a due punte ma di una squadra sistemata meglio in attacco sì. Uno schema su cui continuare a lavorare anche per il futuro che potrebbe aiutare la Fiorentina ad uscire dal pantano in maniera definitiva.

Simeone, come abbiamo sempre sostenuto anche a L’Ora Gigliata è uno che da solo non riesce a reggere il peso dell’attacco ma con un compagno di reparto più vicino sicuramente può garantire un lavoro ben più concreto, e così è stato. Piccole correzioni negli schemi di Pioli che però hanno dato subito un importante riscontro anche perché, ed è giusto sottolinearlo, la Fiorentina ieri ha vinto senza ben tre titolari (squalificati) e con un centrocampo radicalmente diverso da quello tipo che il tecnico ha sempre schierato.

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Basket: Number 8 San Giovanni Valdarno-Fotoamatore Florence 1/2 26-23

Campionato Serie B/F :purtroppo arriva la 4° sconfitta di 2 punti…jella nera !!

NUMBER 8 SAN GIOVANNI VALDARNO-FOTOAMATORE FLORENCE 55-53

San Giovanni Valdarno: Nannini 6 , Innocenti 24, Campagnano 4, Bidin 17 , Casucci, Frosali 1, Baggiani 2, Stagi, Ermini, Argenti

FOTOAMATORE FLORENCE :  Stefanini 11, Ciantelli 11, Colantoni 12, Consumi 5 , Masi 6, Sollami 3, Ciulli 6, Mascion2, Mortelli , Puccini. All Pandolfi

San Giovanni Valdarno- E sono ancora purtroppo  “Tafazi a livello industriale”. La Florence riperde il 4° match di 2 punti 55-53 vanificando una lunga rimonta concretizzatasi nell’ ultimo quarto con alcune “scellerate” giocate come un rimbalzo difensivo artigliato sul + 1 e devoluto alle avversarie di turno commettendo poi fallo e beccandoci 2 liberi della infallibile Innocenti. Ma anche altre giocate come un paio “di appoggi a tabella” mancati peggio di giocate a livello di “giochi della gioventù”. Un match che alla fine del 1° quarto pareva andato sul 15-8 rimesso in parte di equilibrio con il “nostro” ingresso al Palazzetto, per poi vederci giocare “punto a punto” per tutto il 3° quarto per poi riuscire a mettere anche il “nasino avanti” purtroppo per pochi istanti con il risultato sintetizzatosi in “retta di arrivo” con troppi errori pagati purtroppo a prezzo carissimo che ci costringe a rimanere ultimi in classifica a 2 punti. Benino il trio Stefanini,Ciantelli, Colantoni  in doppia cifra, in una gara decisa dai 24 della Innocenti, dai 17 della Bidini, le vere dominatrici della gara di questo pomeriggio.

 

 

 

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT