Coppa Italia: la situazione…

Coppa Italia: Dopo Benevento, Bologna  e Sampdoria anche Cagliari, Sassuolo e Novara agli ottavi

Salutano invece la competizione il Cittadella,  Spal  Crotone, Chievo, Catania Pisa 

Coppa Italia: Cagliari, Sassuolo e Novara agli ottavi

Firenze: Dopo le qualificazione del Benevento a spese del Cittadella ( in gol l’ex viola Bandinelli), del Bologna: 3-0 al Crotone ( primo gol in rossoblù felsineo dell’ex viola Falcinelli) e della Sampdoria ( 2-1 alla Spal) con in gol ancora l’ex viola Quagliarella, ieri altre qualificazioni:

Il Cagliari si qualifica per gli ottavi di Coppa Italia superando in trasferta il Chievo per 2-1 grazie alle reti di Cerri (8’) e Pisacane (68’). Inutile il momentaneo 1-1 di Leris (18’). I sardi agli ottavi sfideranno l’Atalanta. Nel pomeriggio bene anche il Sassuolo (2-1 al Catania con reti di Matric, Brodic e Locatelli), che trova il Napoli, e il Novara (3-2 al Pisa con gol decisivo di Manconi al 91’) che ora trova la Lazio.

NOVARA-PISA 3-2
A distanza di nove mesi, dalla vittoria in campionato contro il Brescia del 12 marzo, il Novara ritrova il successo tra le mura amiche del Piola e lo fa superando il Pisa in Coppa Italia al termine di una gara spettacolare. Gli ospiti hanno saputo rendersi pericolosi a più riprese, trovando anche il vantaggio iniziale dopo un quarto d’ora di gioco: con un destro al volo da fuori area Marconi sorprende Benedettini al 16’ facendo temere una nuova giornata da incubo ai padroni di casa. La reazione del Novara però arriva quasi immediata: passano pochi minuti e al 22’ Peralta, ex di turno della gara, trova il destro vincente dopo un pallone perso in uscita dalla retroguardia del Pisa riportando in equilibrio il risultato. A inizio ripresa la rimonta viene completata da calcio piazzato: Fonseca crossa a rientrare, Nardi tocca di testa e Bove insacca a pochi passi dalla linea di porta. Il Pisa non si dà per vinto e trova il nuovo pari al 72’ con Lisi che si fionda su un pallone vagante in area per scagliarlo di potenza in rete. La partita sembra destinata al pari con le squadre che in campo abbassano i ritmi, il finale però è ancora tutto da scrivere e ci pensa Manconi, entrato sul terreno di gioco al posto di Cacia nel secondo tempo, a trovare la giocata che spezza definitivamente gli equilibri: Bianchi serve in profondità per l’inserimento dalle retrovie del numero 7 che batte Gori in uscita. Il Novara sfata il tabù Piola nel recupero e vola agli ottavi di finale dove troverà la Lazio nella sfida dell’Olimpico.

SASSUOLO-CATANIA 2-1
Al Mapei Stadium il Sassuolo trova sulla sua strada il Catania di Sottil, quinto nel girone C di Serie C. Gli etnei in avvio giocano senza alcun timore, il baricentro alto scopre il fianco alle giocate in profondità dei padroni di casa che si rendono subito pericolosi con Matri. Brodic ci prova da fuori area chiamando in causa per la prima volta Pegolo, ma a sbloccare la partita è il Sassuolo grazie all’errore determinante di Silvestri: il difensore sbaglia il controllo dimenticando il pallone, Matri ne approfitta involandosi verso la porta e superando Pisseri per il gol che apre le marcature al 14’. Il Catania però è vivo e si rende subito pericoloso prendendo un palo da fuori area con Barisic, i neroverdi pareggiando il conto dei legni con Matri in contropiede, ma poi capitolano su un destro a giro di Brodic che al 41’ non lascia scampo a Pegolo toccando il palo prima di entrare in porta. Nella ripresa è ancora il Catania ad attaccare con maggior convinzione: gli etnei centrano anche il secondo palo con Brodic al termine di un’azione confusa, sfiorano il colpaccio nel finale con l’arbitro che fischia un fallo in attacco prima che Marotta depositi in rete, ma devono arrendersi sul rovesciamento di fronte che vede il Sassuolo passare in vantaggio con Locatelli, lesto a fiondarsi su una respinta dopo un tiro di Matri. Finisce 2-1 e il Sassuolo stacca il pass per gli ottavi dove troverà il Napoli.

CHIEVO-CAGLIARI 1-2
Il Cagliari parte bene e dopo appena otto minuti trova il vantaggio: Faragò dalla destra serve un pallone basso per Cerri, che si inserisce tra i due centrali e batte il portiere Semper per il vantaggio ospite. I sardi insistono e al 16’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Andreolli fa sponda per Dossena che da due passi insacca, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Passano appena tre minuti e il gol lo trova il Chievo: Giaccherini riceve sulla sinistra, supera un uomo e serve dal lato opposto Leris, che controlla e batte in diagonale Rafael. Il Chievo prende fiducia e al 38’ per poco non raddoppia quando Leris dalla sinistra crossa per Klyine che conclude al volo ma non trova la porta. Passa un minuto ed è il Cagliari a sfiorare il gol con Farias, ma Semper è bravo a salvarsi. Nella ripresa il Cagliari sfiora il nuovo vantaggio al 61’ con un tiro in scivolata di Farias che Semper neutralizza con un guizzo da applausi. I sardi passano però poco dopo: al 68’ angolo di Joao Pedro, Faragò di testa prolunga sul secondo palo dove, sempre di testa, Pisacane insacca. Al 70’ il Cagliari sfiora il tris con un colpo di testa di Cerri ma Semper si salva. Nel finale Rafael è decisivo su Depaoli (83’) e il Cagliari può esulta

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Lascia un commento