E Tortu diventa il migliore d’Europa

Qualche critica arrivata nelle ultime settimane non lo ha fermato. Dopo la mancata finale ai Campionati italiani (nella quale aveva rinunciato al duello con Marcel Jacobs per motivi precauzionali dovuti a un risentimento muscolare dopo la semifinale) Filippo Tortu si prende di nuovo i riflettori. La serata di Bellinzona è il miglior lancio possibile per l’atletica italiana in vista del Golden Gala Pietro Mennea di giovedì a Roma. In Svizzera arriva il tempo europeo più veloce dell’anno per Filippo Tortu (Fiamme Gialle) nei 100 metri, 10.07 nonostante il vento contrario di -0.2. È secondo dietro al sudafricano Akani Simbine (10.02).
È la sfida che si riproporrà giovedì sul rettilineo dello Stadio Olimpico di Roma in occasione del Golden Gala Pietro Mennea, con l’aggiunta del campione italiano Marcell Jacobs e dello statunitense Mike Rodgers. Per Tortu è il primato stagionale migliorato di cinque centesimi rispetto al 10.12 di Savona ed è un pronto riscatto dopo la rinuncia alla finale degli Assoluti di Padova per un affaticamento al bicipite femorale destro. Efficace già dall’uscita dai blocchi, il 22enne brianzolo riesce a non far scappare via il forte Simbine e si distende bene sul lanciato. “Era quello che ci voleva, è stata una bella iniezione di fiducia – le prime parole di Tortu -. Un’ottima gara contro grandissimi campioni, in particolare Simbine alla mia sinistra è andato molto forte. Era la mia prima volta a Bellinzona, ci venivano a gareggiare mio padre e mio fratello, la pista è fantastica e sono davvero contento di aver corso qui”. Il crono è lo stesso 10.07 che gli ha dato il settimo posto mondiale nella finale iridata di Doha, lo scorso anno, ed è il quinto tempo in carriera, a otto centesimi dal record italiano di 9.99 di Madrid del 2018. Nei 100 va sottolineato anche il terzo posto del cingalese che si allena a Roma Yupun Abeykoon (Atl. Futura Roma) in 10.24, mentre è settimo Freider Fornasari (La Fratellanza 1874 Modena) con 10.61.

ALTRI AZZURRI: . Nei 100hs Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro) con 12.82 (vento nullo) è battuta soltanto dalla migliore al mondo del 2020 Nadine Visser (Olanda, 12.79). E nei 200 metri cade un record italiano under 20: lo realizza Dalia Kaddari (Fiamme Oro), terza con 23.23 (+0.3) diciotto anni dopo il 23.25 di Vincenza Calì. Paolo Dal Molin (Fiamme Oro) quinto al rientro nei 110hs con 13.64 (+0.6). Tre azzurri sotto i 3:39 nei 1500 metri: il livornese Joao Bussotti (Esercito) 3:38.04, Yassin Bouih (Fiamme Gialle) al personale di 3:38.53, Mohad Abdikadar (Aeronautica) 3:38.90.

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Lascia un commento