Fiorentina – Samp 3 a 3 da cuori forti e un super Muriel

Lo spettacolare saliscendi tra Fiorentina e Sampdoria è una
scarica di adrenalina per cuori forti. Il 3 a 3 conferma come la gioia del
tifoso viola sia sempre, o quasi, di breve durata. Se pensiamo al primo tempo, va
dal 34’ – il gol di Muriel che apre all’istante le porte a un immediato futuro
di rinnovate ambizioni – al 38’ quando si tramuta in preoccupazione  per l’espulsione di Edimilson Fernandes, fino
al 44’ quando l’imparabile punizione di Ramirez, palo interno e palla in rete,
riporta il punteggio in parità e alle contestazioni rivolte al direttore di
gara per le decisioni prese. L’inevitabile cambio di Simeone con Dabo a inizio
ripresa rende la Fiorentina meno sbilanciata e comunque vogliosa, nonostante l’inferiorità
numerica, di prendere i tre punti. Uno slalom di Muriel non è finalizzato al
meglio da Chiesa, prima della corsa solitaria  del colombiano che lo porta al raddoppio. Di
questa partita rimarrà, e speriamo di molte altre, la capacità di Muriel di far
sembrare facile ciò che non lo è, con la corsa naturalmente leggera di chi è
nato con la palla al piede, caratteristiche che riconciliano con il gioco del
calcio. Come già accaduto nel primo tempo, però, la gioia del tifoso viola è
fugace. In quattro minuti il sempreverde Quagliarella capovolge il risultato. È
finita? Macché. Ci pensa Pezzella, con la rabbia del Capitano, a ristabilire un
pareggio alla fine sicuramente risultato più giusto.

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Lascia un commento