Il Martedi viola a Moena si apre con la conferenza Stampa di Davide Astori

Calcio: Arrivati “quasi tutti” tranne Babacar

MOENA: Si rimpolpa  la rosa, arrivati anche i”senatori

Poi la sala Stampa di Davide Astori

Servizi di Paolo Caselli, Alessandro Bartoloni Servizio fotogrfico di Giacomo Morini

Cominciamo dalla fine: la sala Stampa di Davide Astori

Martedi 11 Luglio, si va verso la pausa pranzo..ma oggi è  il giorno della conferenza del nuovo capitano della Fiorentina: in sala Stampa del “Cesare Benatti” ha preso la parola Davide Astori.

Crediamo ci sia da fare un annuncio …: “Penso di si, ma….credo debba essere mia la decisione di farsi avanti per prendere la fascia  di capitano; ma  credo che ci siano altri 3-4 giocatori con personalità; ne sarei onrato, ma  è un annuncio che deve fare la società non io. Io mi sento un leader..Siamo una squadra ancora da completare”.

Cosa si sente di dire a giocatori importanti che la Società vorrebbe portare a Firenze nella Fiorentina ? : “Dico solo una cosa:” La Fiorentina sarà una squadra competitiva, questo ce lo chiede la piazza e le ambizioni della societ la Città di Firenze . Nonostante alcune vendite che sono state necessarie, i nuovi giocatori devono venire pronti a  far bene. La Fiorentina negli ultimi 10 anni ha conquistato  spesso l’Europa; quest’anno no, ripartiamo da qui”.

Che osa rappresenta per Lei  la Fiorentina: “Qui in magia viola ho vissuto  bellissime stagioni  la Fiorentina è una squadra che amo , che ho sempre amato, che amerò sempre;  è il club che mi può aiutare a raggiungere il mio obiettivo, ovvero il prossimo Mondiale”.

Perché più di qualche giocatore se n’è andato o se ne  vuol andare ? : “Sono situazioni diverse: cominciamo da Gonzalo Rodriguez che non ha trovatto un accordo economico; Borja è stata una cessione voluta da entrambe le parti,  mentre su altri giocatori penso che tutti abbiano voglia  di  giocare la Champions o l’ Europa League”.

Come  si riparte da oggi ? : “Certo è un momento delicato, che in tanti non ci aspettavamo di vivere,  ma per ora si possono fare supposizioni, non c’è ancora la riprova del campo. Solo da agosto quando inizieremo a fare sul serio, i tifosi avranno le loro risposte, noi ovviamente cercheremo di essere pronti il prima possibile”.

Torniamo alla fascia di capitano ? : “Guardate, la figura di un capitano di una squadra di calcio nella fattispecie della Fiorentina, è il poter essere il punto di riferimento al 100% per società e compagni dei tifosi.  Nello spogliatoio ci sono sempre 4-5 giocatori che “sono”  i capitani della squadra ed io mi sento già uno di loro. Da qui a sentirmi la fascia al braccio cambia molto però è una cosa che mi piacerebbe”.

Avete perso diversi leader in un “quasi in un sol colpo”…: “Certo è innegabile; Con Borja e Gonzalo abbiamo perso due giocatori  che negli ultimi anni sono stati di grnde riferimento importanti, ma a  me non preoccupa lo stravolgimento. Mi preoccupa solo di poter contare su chi potrebbe arrivare al posto loro; so che  la società si sta muovendo per rimpiazzarli nel modo giusto, attendiamo..e speriamo “.

Un primo pensiero su Vitor Hugo ? : “Di lui come di tutti posso dire poco; Lui  ha già imparato a parlare italiano a farsi capire subito, è già un buon segno : spetterà soprattutto a voi giudicarlo”.

Sul nuovo mister  Stefano Pioli ? : “Mi..ci  ha datosubito una buona impressione di essere un tecnico “alla mano”, un sicuro punto di riferimento col quale poter parlare liberamente di tutti i problemi. Credo possa far mettere  a proprio agio tutti i giocatori, abbiamo bisogno di un allenatore che sappia allenare i giovani che sono la nostra risorda da adesso in poi, . E’ arrivato con grande entusiasmo conosce Firenze, ha giocato con questa maglia , è amato dalla Città e dai tifosi, questo è sicuro, ed ha un background molto importante nella sua carriera”.

Chi potranno essere   i nuovi leader della Fiorentina ? : “Attenzione, non sempre i leader devono  giocare 40 partite l’anno, lo può essere ….”anche un magazziniere” ; non voglio fare nomi ma sicuramente dobbiamo far  riferimento sui  giocatori che sono qui da più tempo, come Tomovic, Tataruanu e Sanchez che si è imposto subito”.

Come hai reagito, come avete reagito al comunicato della famiglia Della Valle nell’esservi sentiti messi in vendita..? : “Parole ed atteggiamento che indubbiamente mi ha e credo di poter dire ci ha sopreso ma poi devono essere loro a dare delle spiegazioni, non noi”.

Puoi dire qualcosa circa il mancato rinnovo di Federico Bernardeschi : “Guardate, Federico ha a cuore la Fiorentina, ed è per questo che la sua è stata una decisione molto difficile per lui dire no ma è molto ambizioso ma  vuole raggiungere gli apici in poco tempo. E’ molto sensibile ed ha dato tutto per questa maglia, l’essersi sentito in vendita probabilmente lo ha messo in “bilico” ed ha deciso così..peccato !!”.

Ti sei già fatto delle idee sulla  differenze tra Pioli e Sousa: ” Pioli nel lavoro  sulla  fase difensiva è un tecnico molto più italiano”.

]

MOENA  11 Luglio 2017: Stefano Pioli

Già prima delle 10,00 la Fiorentina, con i nuovi arrivi, Astoria su tutti, si dirige in palestra per esercizi mirati al “risveglio” muscolare.

Pioli che intende confrontarsi vis a vis con tutti i componenti la squadra si intrattiene a colloquio, prima con Astori,  che tutto lascia presagire come nuovo capitano e leader, non solo della difesa, ma dell’intera Fiorentina e Sanchez, destinato ad un ruolo fisso da centrocampista, sempre che il capitano colombiano non risponda si alle lusinghe cinesi.

All’ingresso dei giocatori sul prato del Benatti,  soleggiato a tratti, come da consuetudine dolomitica, non appare nessun tifoso sugli spalti, si conteranno poi, circa trenta durante lo svolgersi della seduta di lavoro.

Per un portiere che va, Lezzerini definitivo all’Avellino, compare uno il cui destino è ancora in fieri, Tatarusanu!

]

MOENA (TN),ITALIA 11 LUGLIO 2017 – RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2017/2018 – ALLENAMENTO DEL MATTINO. – NELLA FOTO: NIKOLA KALINIC.

MOENA (TN),ITALIA 11 LUGLIO 2017 – RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2017/2018 – ALLENAMENTO DEL MATTINO. – NELLA FOTO: NIKOLA KALINIC.

Vicino il gazebo adibito a palestra, la squadra sotto lo sguardo del preparatore atletico Jarabo Torreno, si cimenta con palloni azzurri tipo spiaggia su tappetini elastici circolari.

]

MOENA (TN),ITALIA 11 LUGLIO 2017 – RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2017/2018 – ALLENAMENTO DEL MATTINO. – NELLA FOTO: MILAN BADELJ.[

Pioli convoca, quindi, tutta la squadra in mezzo al campo, e parla per una decina di minuti, ci sono anche i convalescente Mati Fernandez e Saponara.

Si inizia il lavoro tecnico-tattico col pallone e, squadra divisa in due: una in maglia viola, l’altra con pettorina arancione, cui fanno parte Astori, Hugo, Gaspar e Oliveira,  la difesa titolare, dunque  per uno schema che prevede il 4-2-3-1.

MOENA (TN),ITALIA 11 LUGLIO 2017 – RITIRO A.C.F. FIORENTINA A MOENA IN PREPARAZIONE AL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO DI SERIE A 2017/2018 – ALLENAMENTO DEL MATTINO. – NELLA FOTO: IANIS HAGI.

Al termine di questa galoppata, tutti di nuovo in palestra per lavoro di scarico e carico sui muscoli.Nel pomeriggio la prossima sessione, confidando, soprattutto in un pubblico più numeroso!

Leave a Comment

Filed under FIRENZE VIOLA SUPER SPORT

Lascia un commento